Costa Concordia pubblicati i nomi dei 28 dispersi

18 gennaio 2012 07:420 commenti

Il Capitano Schettino rischia 15 anni di carcere per omicidio colposo plurimo, naufragio e abbandono di nave, ma durante l’interrogatorio con il Gip racconta di essere stato lui al comando della nave quando si è verificato l’impatto. Purtroppo la conversazione telefonica che abbiamo riportato nel precedente articolo dimostra tutt’altro, ma il Capitano è certo di non essersi allontanato dall’imbarcazione e di aver salvato centinaia, migliaia di persone.

Le affermazioni dell’uomo lasciano alquanto perplessi, infatti è stata Francesca Rettondini (conduttrice e showgirl) ha raccontare la fuga di Schettino a bordo della stessa scialuppa che stava portando lei sulla terra ferma. Al momento il giudice per le indagini preliminari ha deciso di concedere gli arresti domiciliari all’uomo, nonostante la contrarietà del procuratore Verusio, il quale è pronto ad ascoltare le motivazioni del giudice.


Nel frattempo la prefettura ha pubblicato il nome dei 28 dispersi, di cui 24 passeggeri e 4 membri dell’equipaggio di nazionalità italiana, ungherese, indiana e peruviana. Durante la giornata di ieri sono state portate avanti le operazioni di soccorso, infatti sono state usate delle cariche esplosive per aprire varchi nello scafo e trovare successivamente i corpi senza vita di altre cinque vittime. Il tempo però è sempre più limitato, infatti ieri la nave si è mossa di nove centimetri e ora rischia di scivolare negli abissi visto che si trova appoggiata su un precipizio di oltre settanta metri. Nel corso di questa giornata la Smit comincerà ad estrarre le 2 mila e 380 tonnellate dal serbatoio della Costa Concordia, anche se secondo gli esperti ci vorranno dalle due alle quattro settimane per portare a compimento l’operazione.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta