De Magistris crede che Napoli sia sotto attacco

5 marzo 2013 16:250 commenti

Dopo l’incendio di Città della Scienza a Napoli, i vigili del fuoco hanno impiegato 13 ore per completare i soccorsi.Al momento, sono ancora sul posto e hanno lavorato l’intera notte al fine di domare l’enorme rogo che ha distrutto quasi del tutto la Città della scienza.

L’area ospitava incubatori d’impresa, un centro congressi e una serie di esperimenti pratici e dimostrazioni al fine di divulgare e spiegare dal vivo la scienza a migliaia di studenti.

Il tweet di De Magistris

Il Sindaco di Napoli De Magistris, che oggi è sotto accusa, ha rilasciato questa mattina un tweet allarmante.


Nel post si legge che “Napoli è sotto attacco. Oggi migliaia di ragazzi e bambini di Napoli si sono svegliati piangendo per la distruzione di Città della Scienza, Napoli è sotto attacco!”.

De Magistris ipotizza che l’incendio sia divampato per mano criminale. Anche le indagini sembrano procedere sulla stessa lunghezza d’onda.

Secondo le analisi effettuate dai vigili del fuoco e dalle forze di Polizia, stanno venendo alla luce alcune anomalie che fanno propendere per una pista dolosa, anche di natura criminale.

Il fuoco ha lasciato solo le mura perimetrali di ben 4 capannoni. Potrebbe essere stato appiccato in più punti differenti della struttura e questo induce gli inquirenti e gli investigatori a battere la pista del dolo.

Si cerca di valutare quali siano state le possibili sostanze infiammabili effettuate.






Tags:

Lascia una risposta