Depliant informativi anti-scippo sotto accusa a Bari

4 giugno 2012 10:000 commenti

Bari nella bufera a causa di un volantino distribuito dalla Questura di Bari, dalla Provincia e dal Corpo consolare di Puglia, Basilicata e Molise. Il famigerato depliant, distribuito nei luoghi maggiormente frequentato dai turisti e cioè il porto, l’aeroporto, la stazione centrale e le stazioni ferroviarie di provincia, contiene una serie di preziosi consigli tutti da seguire per evitare spiacevoli sorprese.

Qualche esempio? Quando si viaggia in auto o durante la sosta è consigliabile tenere sempre i finestrini chiusi e chiudere le sicure. All’interno del depliant sono indicati anche gli indirizzi della Questura, dei Commissariati, degli uffici denunce, del 118 e di tutti i consolati diffusi sul territorio in modo tale che il malcapitato abbia a disposizione tutti i contatti utili in caso di necessità.


Il depliant contiene anche delle illustrazioni che mostrano come seguire al meglio i consigli redatti: si tratta in realtà di norme del tutto normali, di consigli su come essere prudenti in città per poter evitare lo scippo e il borseggio nella città di Bari. Ma subito si è scatenata la polemica contro il depliant chiamato Assistenza Pubblica.

Consigli per la tua sicurezza ideato in ogni caso anche con l’obiettivo di migliorare l’immagine della  città, in Italia e all’estero. Fra i consigli riportati nel depliant anche l’invito a tenere i documenti e i valori in modo sicuro, evitando luoghi classici, come le borse, gli zaini e soprattutto le famigerate tasche posteriori dei pantaloni. Consigliabile anche indossare una borsa a tracolla tracolla proteggendola con una mano, evitare di indossare orologi, collane e gioielli cercando anche di evitare di mostrare il denaro che si porta con sé.

Il pericolo, secondo l’assessore al turismo della Regione Puglia Silvia Godelli che ha chiesto di ritirare i depliant, è di trasmettere un’immagine distorta della città scoraggiando il turismo.






Tags:

Lascia una risposta