Disegni di Michelangelo per la Cappella Sistina in mostra gratuita a Roma

2 novembre 2012 09:390 commenti

La Cappella Sistina compie 500 anni: era il 31 ottobre 1512 quando Michelangelo Buonarroti svelò gli affreschi della Volta al pontefice Giulio II della Rovere che l’aveva commissionata al grande artista quattro anni prima, nel 1508.

Pochi anni erano passati dalla realizzazione della Cappella che era stata fatta edificare da Sisto IV della Rovere tra il 1477 e il 1483, ma gli affreschi dei grandi maestri del Quattrocento, tra cui Botticelli, Ghirlandaio, Signorelli o Perugino, ma la Volta di Michelangelo rappresenta una rivoluzione nella storia dell’arte.

Andando a sostituire il cielo stellato dipinto da Pier Matteo d’Amelia e ispirato alla Cappella degli Scrovegni di Padova, rappresenta qualcosa di completamente diverso.  Papa Giulio II aveva potuto osservare parzialmente gli affreschi solo nell’agosto del 1511 e oggi, a distanza di 500 anni, si celebra un capolavoro attraverso la sua genesi.


La mostra Michelangelo e la Cappella Sistina nei disegni autografi della Casa Buonarroti celebra l’anniversario della Cappella Sistina. In esposizione gratuita, fino al 7 dicembre 2012 presso la Camera dei Deputati a Roma, i disegni preparatori e gli studi di Michelangelo per realizzare i grandiosi affreschi della Volta: disegni in carboncino e matita illustrano l’evolversi del progetto (mostrando anche il dettaglio effettivamente realizzato sulla Volta) attraverso un excursus emozionante.

I disegni mostrano lo sviluppo delle figure che popolano la Volta (oltre 300) divisa in tre grandi fasce: al centro si collocano le nove scene tratte dalla Genesi, con la celeberrima Creazione di Adamo, ai lati si trovano i giovani Ignudi, in basso si collocano i Profeti e le Sibille e nella terza fascia (triangoli e lunette) si trovano gli Antenati di Cristo. In mostra anche uno dei primi studi per il grandioso Giudizio Universale che Michelangelo realizzerà solo nel 1536 quando gli sarà commissionato da Paolo III. 






Tags:

Lascia una risposta