Donna morta curata da erborista

18 gennaio 2012 15:210 commenti

Sono sempre molte le persone che decidono di affidarsi alla medicina non convenzionale, infatti l’erboristeria è sicuramente considerata una della arti più conosciute che si occupa della conoscenza delle piante, coltivazione, raccolta e uso per il sostentamento e la salute dell’uomo.

Pochi minuti fa è partita una denuncia a carico di ignoti con l’accusa di esercizio abusivo dell’arte medica e omicidio colposo per la morte di una 45enne di Corigliano d’Otranto, avvenuta lo scorso 16 dicembre per un tumore al seno curato con erbe, radici, olii naturali, impacchi di aloe vera, prescritti da una nota erborista di un comune vicino. L’erborista è già conosciuta alle forze dell’ordine, infatti in passato era già stata segnalata per esercizio abusivo della professione medica, anche se al momento non risulta ancora formalmente indagata nelle indagini.

L’avvocato della famiglia della vittima ha spiegato che purtroppo la 45enne si trovava in un precario equilibrio psicofisico, infatti presentera’ al magistrato inquirente Giovanni Gagliotta una perizia fatta da un psicopatologo forense in cui emerge chiaramente che la vittima si trovava in un completo stato di plagio e che per questi motivi non poteva valutare in modo consapevole il suo precario stato di salute. Avvalora la tesi del legale la decisione della donna di continuare a curare in modo naturale il tumore al seno seguendo scrupolosamente tutti i consigli e le cure suggerite dall’erborista, senza seguire il protocollo oncologico neppure quando ad una seconda ecografia aveva mostrato un progressivo peggioramento della malattia.

Tags:

Lascia una risposta