Doppia sciagura Cuba e Pakistan precipitano due aerei nessun sopravvissuto

sciagura aerea cuba “Nessun superstite tra le 68 persone, delle quali 28 straniere, che si trovavano a bordo dell’aereo di linea interna cubana ATR-72, che si è schiantato ieri nel centro dell’isola di Cuba”. Lo ha riportato l’ufficiale quotidiano locale di Cuba.

 A bordo dell’aereo precipitato era presente anche un cittadino italiano.

 Ai Carabi era in corso un tempesta tropicale.  

L’aereo della compagnia cubana, collegava Santiago di Cuba all’Havana, a meno di un’ora dal suo decollo, verso le 17.30 (in Italia le 23.30), aveva lanciato un SOS per il verificarsi di una situazione di emergenza, causata dalle pessime condizioni meteo, il velivolo, infatti, si era trovato nel mezzo della tempesta tropicale Tomas. 

“Le torri di controllo per il traffico aereo, subito dopo l’SOS, hanno perso ogni contatto con l’aereo”. Ha riferito la TV cubana.

L’aereo è precipitato nella regione di Guasimal, una provincia del centro di Sancti Spiritus. 

Pakistan disastro aereo

Schianto in Pakistan.  21, invece, sono le vittime di un’altra sciagura aerea, avvenuta in Pakistan. Un aereo privato che trasportava dipendenti del gruppo petrolifero italiano ENI è precipitato a Karachi, nel sud del Pakistan. 

Ancora nulla è filtrato sulla loro identità o nazionalità, ma la polizia ha precisato che tra le vittime, quasi tutte di origine pachistana, dovrebbero essere presenti anche due italiani. 

“A bordo erano presenti 17 passeggeri, i due piloti, un tecnico e una guardia di sicurezza, non ci sono superstiti”, ha dichiarato Pervaiz George, il portavoce dell’aeronautica civile. “L’incidente è dovuto certamente ad un guasto, il pilota aveva segnalato poco dopo il decollo, alla torre di controllo, che uno dei due motori era danneggiato”. Ha aggiunto.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *