I due papi tra selfie e celebrazioni negli stadi

12 settembre 2014 16:070 commenti

È la prima volta nella storia che nel mondo ci sono due papi e che coesistono in un’armonia quasi surreale. Lo stanco Ratzinger ha lasciato il posto al dinamico Bergoglio ma il protagonismo li riguarda entrambi.

221222160-e32c7e4c-daa8-4ee9-ac28-4fba04c634c2

Il papa Emerito ha cambiato residenza dopo le dimissioni ed è andato nelle residenze papaline alle porte di Roma. Papa Bergoglio si è insediato in modo dinamico e ha provato a scardinare un po’ i sistemi consolidati della Chiesa di Roma, riscuotendo un grosso successo tra laici e cattolici. Insomma, Bergoglio piace, è sorridente, giovanile e rappresenta un po’ l’idea della Chiesa povera che mancava da tempo.

> L’elogio di Papa Francesco a Ratzinger

Forse è per questo motivo che non si smette mai di celebrarlo, in nessun modo. In Argentina, il suo Paese, Bergoglio è praticamente un mito e vista la sua passione calcistica mai nascosta, gli è stato dedicato uno stadio.


Tutto quel che c’è da sapere sulle dimissioni di Benedetto XVI

Sono stati i dirigenti del San Lorenzo, la squadra del cuore del Papa, a decidere di cambiare il nome dello stadio che in onore del loro famoso supporter si chiamerà stadio Papa Francisco. Lo stadio sorge nel quartiere Boedo di Buenos Aires. La squadra argentina ha subito comunicato la scelta su Twitter.

> Prima giornata da ‘Non’ papa per Ratzinger

Forse per questa improvvisa popolarità guadagnata da Bergoglio che comunque con le sue dichiarazioni ottiene sempre uno spazio considerevole sui media, il Papa Emerito ha deciso di “reagire” cercando di togliersi di dosso la posa da serioso che lo ha sempre contraddistinto. Così online si sta diffondendo un selfie molto particolare di Ratzinger. Benedetto XVI è ritratto insieme a Giuseppe Ricciardi, un seminarista di Posillipo che lo ha convinto ad entrare nel vortice dei selfie.






Tags:

Lascia una risposta