Elenco uffici postali a rischio chiusura

11 luglio 2012 12:390 commenti

Gli abitanti di alcuni piccoli centri italiani potrebbero svegliarsi una mattina e scoprire di non avere più un ufficio postale vicino casa. Gli uffici postali a rischio chiusura sono infatti oltre mille e sono finiti nella lista nera stilata da Poste Italiane in quanto considerati antieconomici sulla base di un’analisi effettuata sul rapporto costi/ricavi di ciascuno di essi.

Come ha spiegato Massimo Sarmi, amministratore delegato di Poste Italiane, la lista degli uffici postali “antieconomici” è un elenco che deve essere obbligatoriamente inviato ogni anno all’Agcom. L’obiettivo è quello di non arrivare alla chiusura, sebbene esista il rischio concreto che ciò accada, ma di riconvertirli trasformandoli in centri multiservizi attraverso degli accordi con gli enti locali.


La necessità di attuare una riorganizzazione deriva dalla costante diminuzione del traffico postale che transita attraverso gli sportelli, anche e soprattutto per via della progressiva digitalizzazione dei servizi e della crescente concorrenza. Una soluzione, ha spiegato Sarmi, potrebbe essere quella di offrire al comune di occuparsi della cartografia digitale oppure di fornire al cittadino una serie di servizi a pagamento, come il rilascio di certificati anagrafici o la possibilità di pagare il ticket sanitario.

Nonostante le numerose soluzioni proposte, la preoccupazione si percepisce. Sarmi ha cercato di rassicurare i dipendenti, affermando che nessuno di loro sarà licenziato, ma i sindacati del settore (Slp-Cisl e Slc-Cgil) promettono battaglia.

Per scaricare l’elenco degli uffici postali a rischio chiusura clicca qui.






Tags:

Lascia una risposta