Elezioni a Febbraio

9 dicembre 2012 14:450 commenti

Così è deciso. Mario Monti si dimette: “Ho maturato la convinzione che non si potesse andare avanti così”.

Una lunga notte passata a leggere e rileggere la dichiarazione pronunciata venerdì alla Camera da Angelino Alfano, all’interno della quale veniva additato com “Uomo delle tasse e del fallimento”, hanno segnato per Monti una vera e propria mozione di sfiducia diretta alla sua persona e al suo Governo.

 Le leggi a rischio dopo caduta Governo Monti

Il tempo di consultarsi con i ‘suoi’ e decidere  lasciare, non prima dell’ok alla legge di Stabilità. Annunciate nella serata di ieri al Quirinale, le dimissioni si configurano come un’accelerazione imprevista che apre di fatto il discorso ‘campagna elettorale’.

Parte anche la campagna elettorale di Monti? Il ‘Professore’ potrebbe candidarsi. Lo vogliono i centristi e i ‘tecnici’, chiedendo a gran voce la sua discesa in campo. Tra i suoi sostenitori figura Gianfranco Fini, di concerto con Casini e Montezemolo, che sta costruendo una Lista per l’Italia con Monti al vertice.

Nel frattempo è auspicabile un voto a Febbraio. I tempi per la data del confronto elettorale si sono dimezzati e a fine febbraio potrebbero esserci le elezioni. Monti chiamerà nelle prossime ore i leader dei partiti per concordare il calendario dei lavori parlamentari e per avere la garanzia che il Pdl non sfiducerà anche il ddl Stabilità, evitando al Paese il dramma dell’esercizio provvisorio.

Dopo l’ultimo voto parlamentare, previsto per Natale, Napolitano dovrebbe sciogliere le Camere, con il voto per le elezioni che a questo punto dovrebbe cadere il 24 febbraio, oppure ancor prima il 17.

Tags:

Lascia una risposta