Equitalia Roma, trovati manichini impiccati

17 gennaio 2012 08:570 commenti

Alcuni militanti di Roma Nord hanno appeso durante la notte alcuni manichini davanti alla sede di Equitalia di via Aurelia, a Roma per protestare contro i metodi usati dalla società italiana incaricata per la riscossione dei tributi. Il gesto è stato rivendicato dalla nota associazione romana, la quale ha appeso alle vetrate i manichini con un biglietto in cui si fa riferimento ai numerosi suicidi per debiti e dove viene espresso sdegno nei confronti dei metodi intimidatori e violenti utilizzati da Equitalia per raggiungere i propri scopi.

Sul biglietto c’è anche scritto che purtroppo le metodologie usate sono da considerarsi al limite della legalità e che dai racconti delle persone emerge una pratica tristemente comune. Se questa mattina sono comparsi manichini, ieri pomeriggio a Napoli sono scoppiati due enormi ordigni davanti alla sede in via Padova, nell’area del Corso Meridionale.

I due pacchi esplosivi sono quasi sicuramente di natura artigianale e con la loro esplosione hanno danneggiato tre saracinesche e rotto le vetrate degli uffici. Dai primi rilievi fatti dalla Scientifica è stato provato che si trattava di bombe carta confezionate all’interno di giornali ripiegati e collocate nell’intercapedine tra le saracinesche e le vetrate. A poca distanza dall’esplosione si trovavano parcheggiate diverse vetture, che fortunatamente non sono state danneggiate al contrario dell’attentato svolto lo scorso 12 dicembre sempre davanti alla sede napoletana di Equitalia.

Tags:

Lascia una risposta