Esplode centralina di metano in Lunigiana

18 gennaio 2012 16:300 commenti

Una centralina di metano è esplosa poche ore fa a nel comune di Tresana, a 9 km da Aulla, in Lunigiana provocando un grosso incendio che ha invaso tutta la zona circostante per circa cento metri. L’esplosione di una conduttura del gas ha demolito cinque abitazioni in localita’ Tassonarla e alcune automobili che si trovavano nei paraggi.

Secondo le prime ricostruzioni dei fatti, il disastro si sarebbe verificato a causa di una manovra accidentale di un escavatore durante le normali manovre di routine. Nello scoppio sono stati  feriti gravemente quattro operai che stavano lavorando a una conduttura del gas metano, che hanno riportato ustioni importanti e altre tre persone che si trovano vicini alla centralina.


I tecnici coinvolti nell’esplosione si trovano in gravissime condizioni di salute, infatti sono stati ricoverati presso il reparto gravi ustionati di Genova e secondo altre fonti sarebbero stati trasportati all’ospedale di Pontremoli alcuni abitanti della frazione e un altro gruppo di operai che si trovavano sul luogo dell’incidente. Sono intervenuti sul posto i vigili del fuoco e gli uomini della protezione civile della Regione Toscana, che hanno cercato di limitare i danni mettendo al sicuro tutti coloro che si trovavano nella zona limitrofa allo scoppio. L’incendio ha raggiunto proporzioni epiche, infatti si sono alzate fiamme alte 200 metri, che hanno provocato un cratere largo 20 metri e profondo 7 metri.






Tags:

Lascia una risposta