Home / News / Gaza ultimo addio per Vittorio Arrigoni poi rientro in Italia

Gaza ultimo addio per Vittorio Arrigoni poi rientro in Italia

Ultimo giorno in Palestina per Vittorio Arrigoni, l’attivista italiano giustiziato dopo essere stato rapito a Gaza.

Oggi l’addio solenne nella striscia di Gaza. Il convoglio funebre partirà dall’ospedale Shifa alle ore 12 locali (11 in Italia) e proseguirà verso il valico di Rafah, fra Gaza e l’Egitto, dove avrà luogo una cerimonia di addio a Vittorio.

Gli elogi funebri verranno annunciati sia in lingua araba sia italiana, da parte di un ministro dell’esecutivo di Hamas, Ossama al-Issawi, il quale parla correttamente anche la nostra lingua.

Egidia Beretta, la madre di Vittorio Arrigoni e sindaco della città di Bulciago (Lecco), ha espresso alla Farnesina il desiderio che il rientro della salma del figlio non avvenisse attraverso Israele. “Mi hanno detto che la nostra richiesta è un’ipotesi praticabile. Ci farebbe piacere se venisse garantita, ma comunque per il nostro dolore cambia poco”. Ha annunciato la mamma di Vick.

Intanto dopo i due arresti, proseguono le ricerche per trovare l’ideatore del sequestro-assassinio. Le tracce portano a un misterioso jihadista, Abdel Rahman detto “Il Giordano”.

Secondo il quotidiano israeliano Maariv, Rahman sarebbe il “cervello” dell’operazione “la cattura e l’esecuzione di Vittorio Arrigoni”.  Tuttavia le persone ricercate risultano essere tre, delle quali non sono stati rivelati i nomi.