Gaza ultimo addio per Vittorio Arrigoni poi rientro in Italia

Ultimo giorno in Palestina per Vittorio Arrigoni, l’attivista italiano giustiziato dopo essere stato rapito a Gaza.

Oggi l’addio solenne nella striscia di Gaza. Il convoglio funebre partirà dall’ospedale Shifa alle ore 12 locali (11 in Italia) e proseguirà verso il valico di Rafah, fra Gaza e l’Egitto, dove avrà luogo una cerimonia di addio a Vittorio.

Gli elogi funebri verranno annunciati sia in lingua araba sia italiana, da parte di un ministro dell’esecutivo di Hamas, Ossama al-Issawi, il quale parla correttamente anche la nostra lingua.

Egidia Beretta, la madre di Vittorio Arrigoni e sindaco della città di Bulciago (Lecco), ha espresso alla Farnesina il desiderio che il rientro della salma del figlio non avvenisse attraverso Israele. “Mi hanno detto che la nostra richiesta è un’ipotesi praticabile. Ci farebbe piacere se venisse garantita, ma comunque per il nostro dolore cambia poco”. Ha annunciato la mamma di Vick.

Intanto dopo i due arresti, proseguono le ricerche per trovare l’ideatore del sequestro-assassinio. Le tracce portano a un misterioso jihadista, Abdel Rahman detto “Il Giordano”.

Secondo il quotidiano israeliano Maariv, Rahman sarebbe il “cervello” dell’operazione “la cattura e l’esecuzione di Vittorio Arrigoni”.  Tuttavia le persone ricercate risultano essere tre, delle quali non sono stati rivelati i nomi.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *