Genova oggi piange i suoi morti

5 novembre 2011 08:400 commentiDi:

Sono sei le vittime dell’alluvione che ha messo in ginocchio il capoluogo ligure. Genova dopo una notte apparentemente tranquilla oggi scava nel fango, conta i danni e piange i suoi morti, tra questi due bambine.

Cinque hanno trovato la morte nell’androne di un condominio in via Fereggiano al civico numero 2. Testimoni hanno riferito di aver visto cinque persone, di cui due bambini, attraversare di corsa la strada e rifugiarsi dentro all’androne. Ma l’onda di piena li ha travolti, sommergendo l’androne. Non hanno avuto il tempo di salire ai piani più alti per potersi mettere in salvo.


A soli dieci giorni dal tragico cataclisma che ha devastate le Cinque Terre e parte della Val di Vara, dove hanno trovato la morte 10 persone, una furia di acqua e fango ha colpito di nuovo la Liguria, questa volta Genova.

Da questa mattina alle sette il capoluogo ligure è una città fantasma. Proprio in quell’ora infatti, è scattata l’ordinanza del sindaco, Marta Vincenzi, il divieto di circolazione a Genova, dove potranno transitare solo i mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine, taxi e autobus.

“E’ stato uno tsunami. Una cosa mai vista a Genova”: così il sindaco ha commentato l’alluvione che ha colpito la città, “E’ un dramma irrimediabile, ci costa fatica parlare. Mai caduta così tanta pioggia a Genova. Un fenomeno di proporzioni monsoniche”. Ha aggiunto Marta Vincenzi.

Articolo correlato: Nubifragio Genova esondazioni muore una donna e un bambino

Ultimo aggiornamento 05 novembre 2011 ore 09,35






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta