Giornalista morto in Egitto. La colpa è del Presidente?

6 dicembre 2012 22:170 commenti

Durante i violenti scontri di piazza avvenuti al Cairo poche ore fa è morto un giornalista egiziano. Ma non è l’unico. Sono molte le vittime della protesta contro Moahmed Morsi, presidente musulmano che sta per rilasciare una costituzione non gradita al popolo.

Il giornalista morto rispondeva al nome di El-Hosseini Abul Deif, come ha rivelato al-Ahram online. El-Hosseini Abul Deif era un reporter e lavorava presso il quotidiano al-Fagr. Prima è stato ferito da un colpo di pistola nella giornata di ieri. Oggi i medici hanno provato a salvarlo, ma Deif non ce l’ha fatta.

Morsi e il suo partito, quello dei Fratelli Musulmani, sarebbero i responsabili dell’accaduto. A dirlo sono i giornalisti egiziani riunitisi in un sindacato che non vuole sentire ragioni: la colpa è del presidente.

Intanto è intervenuta sul caso anche l’associazione Reporters sans Frontieres, citando alcuni testimoni. Secondo i più ben informati “Il giornalista, pochi minuti prima di essere colpito, aveva mostrato ad alcuni colleghi le foto di sostenitori del presidente con armi sofisticate. E la sua macchina fotografica gli sarebbe stata rubata quando era ferito”.

Durante gli scontri di ieri notte sono stati feriti anche altri reporter. Sempre nella giornata di ieri sono stati aggrediti anche un cameramen e un giornalista turchi.

 

Tags:

Lascia una risposta