Giovane resuscitato da massaggio cardiaco

8 ottobre 2012 10:450 commenti

Resuscitato da un massaggio cardiaco: è accaduto ieri pomeriggio a un giovane studente di 26 anni, Luigi B, che si è sentito male mentre viaggiava sul treno Roma-Ciampino delle ore 16. All’improvviso il ragazzo ha accusato un malore: il volto è diventato pallido, le labbra viola, gli occhi rigirati, il cuore fermo. Il ragazzo sembra morto e il macchinista ferma il treno a Ciampino e chiama immediatamente l’ambulanza: l’equipaggio del 118 soccorre il ragazzo e lo salva, facendolo quasi resuscitare dopo un massaggio cardiaco durato 45 minuti, 20 sul treno e sull’ambulanza parcheggiata a piazzale Kennedy, davanti alla stazione, e altri 25 al Policlinico di Tor Vergata dove il ragazzo ha ripreso conoscenza con una pressione arteriosa 110-60.

I passeggeri presenti sul treno, sono sotto choc e parlano di miracolo. Il professor Antonio Rebuzzi, cardiologo dell’Università Cattolica spiega che, nonostante le apparenze, non dovrebbe essersi trattato di un vero e proprio arresto cardiaco che, se prolungato non permetterebbe un reale recupero. Molto probabilmente si è trattato di un forte rallentamento del battito o di una tachicardia ventricolare, un’aritmia che ha permesso una specie di miracolo consentendo che il sangue arrivasse ancora al cervello per poterlo tenere ancora in vita.

Il massaggio cardiaco prolungato di 35 minuti rientra all’interno delle linee guida per recuperare il battito cardiaco, ma senza dubbio va lodata la caparbietà e l’attenzione dei medici dell’ambulanza che hanno reso possibile quello che dai passeggeri sul treno viene definito una miracolo.  Al momento il ragazzo è ricoverato in terapia intensiva sotto stretta osservazione. 

 
Tags:

Lascia una risposta