Giovanni Antonio Rasero assolto per infanticidio

8 febbraio 2012 16:370 commenti

Oggi i giudici della Corte di Assise d’appello di Genova hanno assolto definitivamente Giovanni Antonio Rasero, l’uomo condannato in primo grado a 26 anni per l’omicidio del piccolo Alessandro Mathas, il figlio di otto mesi della sua ex compagna. La decisione è stata presa dopo cinque ore di camera di consiglio, dopo le quali i giudici hanno chiesto l’immediata scarcerazione del broker 26enne.

Rasero si trovava in carcere dallo scorso gennaio, perché in primo grado era stato ritenuto colpevole dell’omicidio del bambino avvenuto in un residence di Genova Nervi nella notte tra il 15 e il 16 marzo 2010. All’epoca dei fatti la Procura aveva chiesto l’ergastolo, anche se Andrea Vernazza e Luigi Chiappero, legali del giovane broker, hanno sempre proclamato a gran voce l’innocenza del loro assistito.

Questa mattina Rasero aveva ribadito la sua estraneità ai fatti, prima che i giudici si ritirassero per decidere. Dopo l’assoluzione l’uomo si è recato presso il carcere di di Marassi per espletare le pratiche relative alla scarcerazione. Vincenzo Scolastico, procuratore capo facente funzioni di Genova, ha dichiarato al termine dell’udienza che ora aspetterà le motivazione della sentenza, visto che al termine delle indagini si erano raccolti tutti gli elementi chiave che incastravano Rasero alle sue responsabilità. Il broker ha commentato con entusiasmo l’esito del verdetto, infatti lo ha definito la fine di un incubo e anche i suoi legali si sono trovati concordi con l’esito, perché hanno sempre creduto nell’innocenza di Rasero.

Tags:

Lascia una risposta