Home / News / Gli negano la cittadinanza italiana perché down

Gli negano la cittadinanza italiana perché down

Una storia triste, quella di Christian. L’abbiamo vista in diretta ieri sera durante la trasmissione Le Iene.

Lo Stato gli ha negato la cittadinanza italiana poiché è disabile. Christian è il figlio di una donna colombiana. Suo padre è romano, ma non lo ha riconosciuto alla nascita.

Sicuramente, insomma, la sua vita non è partita con il piede giusto.

Christian, comunque, è nato a Roma e vive da sembre nelal Capitale. Vive con la madre e frequenta la scuola italiana come tutti i ragazzi, disponendo di un’insegnante di sostegno che lo aiuta nelle sue attività giornaliere.

Quando sua madre ha chiesto all’anagrafe di ottenere la cittadinanza per suo figlio, le è stato risposto che al compimento dei 18 anni avrebbe potuto ottenerla mediante il giuramento allo stato italiano, come contemplato anche nella Convenzione per i diritti dei disabili alla quale l’Italia ha aderito.

Le leggi italiane non si confanno alla convenzione, e a Christian è stata negata la cittadinanza italiana poiché “incapace di intendere e di volere”.

Così, la iena Giulio Golia ha trascorso una giornata tipo con Christian, accompagnandolo scuola, vedendolo immergersi nella sua passione per la musica e in particolare per la chitarra.

Ha raccontato di questo ragazzo, un ragazzo come tutti gli altri, che ha una fede sfegatata per la Roma e per Francesco Totti. Così Golia ha deciso di fare un grande regalo al ragazzo, portandolo allo stadio con se e a conoscere il suo idolo, il capitano dei giallorossi.

A Christian è stata regalata la maglia autografata della Roma. Resta il fatto che il regalo più grande, la cittadinanza, per ora gli viene negata.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *