Guardia di Finanza smaschera 7.500 evasori totali

24 gennaio 2012 08:540 commenti

Il Fisco è deciso più che mai a smascherare tutti coloro che vogliono in qualsiasi modo prendersi gioco dello Stato, infatti sono stati pubblicati i primi allarmanti dati che continuano a dimostrare che purtroppo l’Italia è un paese di grandi evasori fiscali. I dati dell’attività della Guardia di Finanza nel 2011 dimostrano che sono oltre 7.500 le persone che non hanno mai pagato un euro di tasse con redditi non dichiarati per 50 miliardi, una cifra pari quasi al doppio dell’ultima manovra finanziaria varata dal governo Monti, il quale continua a sottolineare in tutti suoi interventi pubblici quanto possa essere dannoso questo comportamento.

Il Presidente del Consiglio afferma che così facendo si offre pane avvelenato ai nostri figli e che prima o poi l’Italia diventerà un Paese invivibile, senza contare che tutte queste informazioni così negative sono indice di poca responsabilità civile all’estero. Dai dati emersi sono stati individuati redditi non dichiarati per oltre 50 miliardi e di Iva evasa per oltre 8 miliardi, anche se l’evasione più consistente e sofisticata nasce dalle triangolazioni tra società collocate nei classici paradisi fiscali, intestazioni fittizie di patrimoni e da grosse operazioni elusive.

I militari raccontano di aver denunciato circa 12mila soggetti per frodi e reati fiscali, come emissione di fatture false, mancato versamento dell’Iva, omissioni della dichiarazione dei redditi e distruzione della contabilità. Il generale Nino Di Paolo, comandante generale della Guardia di Finanza, racconta che durante le indagini sono stati scoperti 12.676 lavoratori in nero, di cui oltre 2.500 extracomunitari sottolineando che l’intera operazione è stata affrontata con impegno, dedizione  e grande professionalità.

Tags:

Lascia una risposta