Guida a 17 anni dal 22 aprile 2012

11 aprile 2012 12:050 commenti

Ancora pochi giorni per l’entrata in vigore della nuova legge del Governo Monti che farà cadere l’ultimo dei tabù: dal 22 aprile sarà possibile mettersi al volante a 17 anni. Attenzione però perché si tratta di una “guida accompagnata” che consente ai minorenni di fare pratica in vista dell’esame di guida pratica con un accompagnatore accanto. L’accompagnatore deve fare richiesta presentando regolare domanda alla motorizzazione e deve rispondere a precisi requisiti. Deve avere meno di 60 anni, avere la patente B da almeno 10 anni: al costo di 40 euro sarà possibile ottenere il permesso che gli consente di accompagnare il minore alla guida. Il contrassegno giallo del permesso speciale dovrà poi essere sempre esposto all’interno dell’autovettura.


Per poter usufruire della guida accompagnata, anche il minorenne dovrà rispondere a particolati requisiti obbligatori. Innanzitutto dovrà essere in possesso della patente A1 già necessaria per guidare i motocicli di cilindrata fino a 125 cm3 o quadricicli con massa non superiore ai 550 kg. Dovrà anche attestare la frequenza di un corso (di almeno 10 ore) in autoscuola con un istruttore.

Delle 10 ore almeno quattro dovranno svolgersi in autostrade e strade extraurbane, due in orari notturni e tre all’interno del traffico della città in modo tale che il giovane assuma consapevolezza della guida in diverse situazioni. All’interno della vettura potranno viaggiare solo ed esclusivamente l’adulto nella funzione di accompagnatore alla guida e il giovane che, una volta fatto pratica, al 18esimo anno d’età, potrà presentarsi alla prima sessione valida d’esami per ottenere la patente.






Tags:

Lascia una risposta