Il costo della benzina vola a 1,722 euro

29 dicembre 2011 15:401 commento

Nuovo record negativo per il costo della benzina che arriva a 1,722 euro al litro negli impianti Eni, il market leader dei carburanti in Italia. Se la stangata arriva dopo una brusca frenata natalizia è molto probabile che ci sia un ulteriore rialzo il giorno di Capodanno, quindi sarà un vero e proprio salasso dal momento che anche La Coldiretti ha stabilito che costerà meno il cenone di Capodanno che fare il pieno di benzina.

Secondo questo studio un litro di carburante costa circa la metà di una bottiglia di spumante facendoci riflettere che le spese relative ai settori dell’energia e dei carburanti hanno superato quelle del settore alimentare. Per quanto riguarda questo nuovo rialzo Eni ha aumentato i prezzi raccomandati di benzina e diesel rispettivamente a 1 centesimo e di 0,5 centesimi e nei prossimi giorni siamo certi che si adegueranno all’aumento tutti gli altri operatori del settore.


Oggi i costi medi dei carburanti variano da 1,726 per la benzina da Shell ai 1,722 euro da Eni, mentre per quanto riguarda il gasolio si oscilla tra i 1,693 euro al litro dell’IP a 1,701 euro al litro di Tamoil. La cosa che lascia particolarmente sorpresi è che rispetto allo scorso anno fare il pieno di benzina costa circa 15 euro in più, che corrispondono più o meno a 350 euro annui se si fanno circa due pieni al mese. I presidenti di Federconsumatori e Adusbef  affermano che giunti a questo punto il prezzo della benzina ha raggiunto livelli a dir poco insostenibili, per questo chiedono a gran voce di liberalizzare la vendita dei carburanti attraverso la grande distribuzione.






Tags:

1 commento

  • e veramente una vergogna!!!!,noi italiani siamo i più allocchi d’europa,perché siamo gli unici a pagare questa rapina a mano armata!!!!

Lascia una risposta