Il futuro del Papa

14 febbraio 2013 20:500 commenti

Vicino alle parrocchie ma “nascosto per il mondo“. Questo sembra essere il futuro di Benedetto XVI, che oggi ha salutato i preti della diocesi di Roma convocati nell’Aula Paolo VI in Vaticano.

Accolto da un calorosissimo applauso ed acclamato, come già era accaduto ieri durante la messa e la celebrazione del rito delle ceneri, il Papa ha fatto il suo ingresso appoggiato ad un bastone, accompagnato dal segretario e prefetto della casa Pontificia Georg Gaenswein.

Ratzinger ha detto: “Grazie per questo affetto, per l’amore grandissimo per il Papa”, poi si è seduto vicino al vicario di Roma, Agostino Vallini, il quale lo ha a sua volta salutato, con la voce spezzata dall’emozione, “a nome dei sacerdoti di Roma”. Il vicario ha detto che i sacerdoti romani vogliono molto bene al Papa.

E’ stato dunque un incontro molto emozionante, avvenuto successivamente alla rinuncia del papato da parte di Benedetto XVI, evento che ha scosso in settimana tutto il mondo.

Con i parroci, il Papa ha avviato una riflessione sul Concilio Vaticano II al quale Ratzinger fu presente da perito del cardinale di Colonia Josef Frings, argomento centrale del suo pontificato. Un discorso a braccio, sostenuto con vigore dal Pontefice, in cui Ratzinger ha rievocato l’atmosfera e le tappe principali del Concilio.

Tags:

Lascia una risposta