Il Maicon della Vibonese arrestato per rapina

11 gennaio 2012 17:080 commenti

Ci sono sconcerto, incredulità e rammarico nel comunicato stampa con cui la Vibonese, squadra di Vibo Valentia che milita nella seconda divisione di Lega Pro, ha commentato la notizia dell’arresto di uno dei suoi calciatori, il ventenne di origini brasiliane, Maicon Alfredo Oliva.

Le manette sono scattate ieri sera al termine degli allenamenti. Maicon, già noto alla giustizia per piccoli precedenti penali, è stato tratto in arresto con l’accusa di aver compiuto, armato di coltello, tre rapine presso altrettanti distributori di benzina siti nel comune di Scalea, dove egli risiede con i propri genitori. Il calciatore, che nell’interrogatorio ha confessato quanto addebitatogli dagli inquirenti, avrebbe effettuato le azioni criminali in una sola giornata, lo scorso lunedì, una durante il pomeriggio e due nel corso della serata, immediatamente prima della chiusura degli esercizi.


Nel corso di una perquisizione nel suo domicilio le forze dell’ordine hanno rinvenuto una parte del bottino, circa 2000 euro in contanti, e gli abiti indossati per compiere le rapine (tra cui anche un passamontagna) che sarebbero gli stessi ripresi da alcune telecamere di videosorveglianza.

Maicon si trova ora nel carcere della città calabrese ed è a disposizione del magistrato che dovrà esprimersi sul suo arresto. Gli inquirenti stanno intanto portando avanti le indagini per accertare se il calciatore abbia agito da solo e se si sia valso dell’aiuto di un complice.






Tags:

Lascia una risposta