Il Papa manda in esilio il Cardinale che ha molestato i seminaristi

15 maggio 2013 17:440 commenti

bergoglio 1Per il Cardinale Keith O’Brian ci sarà da scontare un esilio e una penitenza. La Santa Sede, di fatto, ha punito l’arcivescovo emerito di Edimburgo accusato di “comportamenti inappropriati”, e cioè di molestie sessuali nei confronti di alcuni seminaristi.

A giorni, pertanto, O’Brian lascerà la Scozia in modo da trascorrere alcuni mesi di “rinnovamento spirituale, preghiera e penitenza”.

La decisione, come reso noto da comunicato diramato dalla sala stampa del Vaticano, è stata presa in accordo con il Papa. Si legge nella nota che: “Ogni decisione relativa alla destinazione futura del cardinale sarà da scegliere in accordo con la Santa Sede”.


Lo scandalo è scoppiato poco tempo prima del Conclave. Accusato da tre sacerdoti e da un ex religioso, il Cardinale O’Brian alla fine ha ammesso le sue responsabilità parlando di una ”condotta sessuale al di sotto degli standard” propri di un sacerdote. Così, O’Brian aveva rinunciato al viaggio a Roma per eleggere il nuovo Pontefice.

Il comunicato proveniente dall’ufficio stampa del Vaticano fa un chiarissimo riferimento a quanto accaduto in quei giorni, asserendo che “per le stesse ragioni per cui decise di non prendere parte all’ultimo conclave, il cardinale O’Brian, d’intesa con il Santo Padre, nei prossimi giorni lascerà la Scozia”.






Tags:

Lascia una risposta