Il primo ragazzo down a scalare l’Everest

27 marzo 2013 14:400 commenti

Lui si chiama Eli Reimer, ha 15 anni e da tanto tempo coltivava un grande sogno: quello di arrampicarsi fino alla vetta l’Everest. Un sogno che ha realizzato.

Da qualche giorno Eli Reimer, 15 anni, è il primo ragazzo down al mondo che ha raggiunto il campo base della leggendaria montagna.

Ce l’ha fatta anche grazie all’aiuto di suo padre e di un gruppo di amici.

L’obiettivo non era solo di natura personale. La sfida di Eli è un incoraggiamento per tutti coloro che, purtroppo, si trovano nelle sue stesse condizioni e ogni giorno lottano con alcuni impedimenti di varia natura.


L’impresa di Eli Reimer è un modo importante per sensibilizzare l’opinione pubblica sui ragazzi disabili e raccogliere fondi in favore della Fondazione Elisha, organizzazione non-profit fondata dai genitori di Eli nel 2005.

A Eli sono occorsi diciannove giorni e centotredici chilometri di scalata per raggiungere l’altezza di 5.370 chilometri.

Eli ha vinto la sua sfida, riuscendo a diventare un esempio per tutti. La storia di questo ragazzo sta facendo il giro del mondo e l’emozione della sua famiglia si può toccare con mano. Il padre di Eli ha dichiarato che si è trattato di un’esperienza “straordinaria. Lui ha guidato il gruppo e ognuno di noi in questa impresa ha sperimentato una certa forma di disabilità”.






Tags:

Lascia una risposta