Ilaria D’Amico zittisce Berlusconi

15 gennaio 2013 13:280 commenti

Il leone è in gabbia, piegato da una carceriera che mostra tutto il suo spessore giornalistico.

Silvio Berlusconi, archiviati gli exploit effervescenti durante le apparizioni Tv a Porta Porta, Servizio Pubblico e messo in sordina lo sfogo nel fuori onda di SkyTg24, ritorna proprio su quest’ultimo luogo del delitto per una ‘chiacchierata’ con Ilaria D’Amico.

La giornalista riesce probabilmente in un’impresa irripetibile: zittire Berlusconi, inchiodandolo su temi scottanti quali quello dei rimborsi elettorali (Lo spunto dal quale parte la domanda della D’Amico è stato il comportamento del Movimento a Cinque Stelle, che ha dato il via a questa buona abitudine durante le ultime elezioni in Sicilia, rinunciando a un milione di euro).

IL VIDEO

La chiacchierata parte con le proposte elettorali di Berlusconi, che dopo sei minuti (“Sei minuti di spot elettorale” come li ha definiti la D’amico) viene interrotto dalla conduttrice. Berlusconi prova a prendere in mano la situazione, servendo su un piatto d’argento il primo assist alla D’Amico: “Sono venuto qui per fare campagna elettorale, non penserà che sono venuto qui per farle la Corte..”. La conduttrice risponde con uno “Spero di No”. Berlusconi conferma e la D’Amico si lancia in una sottile ironia: “Bene, ora mi sento bene con me stessa”. Dopo un primo momento di imbarazzo generale, ecco la conduttrice partire alla carica per mettere il pugile ad un angolo del ring. Argomento: i ‘timidi’ tagli alla politica da parte della destra prima, e in particolare i rimborsi elettorali poi.

Rimborsi Elettorali

La D’Amico incalza: il Pdl, in caso di vittoria alle elezioni, rinuncerà ai rimborsi elettorali? Berlusconi risponde dicendo che il suo partito non sta spendendo niente. La D’Amico insiste: vuole sapere se il Pdl rinuncerà e non si accontenta di risposte trasversali e ambigue. Berlusconi promette di impegnarsi a presentare una legge che abolisca il finanziamento pubblico entro il primo mese in caso di vittoria alle elezioni. La D’Amico conclude con un secco: “Lei mi sta dicendo che però non restituirete questo finanziamento pubblico”.

Nel Finale Berlusconi è senza parole, completamente messo alle strette dalla D’Amico. La definisce “Sufficientemente creativa”, ma lei non accusa il colpo, salutandolo e augurandogli buon lavoro.

 

Tags:

Lascia una risposta