Home / News / Immigrati scontro tra Parigi e Roma

Immigrati scontro tra Parigi e Roma

Gli immigrati sono stati presi in trappola dalle controversie tra Parigi e Roma. 

Le tensioni tra Parigi e Roma sui tunisini che cercano di lasciare l’Italia per raggiungere la Francia si stanno intensificando. 

A pochi metri dalla linea invisibile che separa l’Italia dalla Francia sulla Costa Azzurra, un pannello di benvenuto accoglie gli ospiti: “Ventimiglia, dove la bellezza non ha frontiere”. 

Da qua, centinaia di migranti tunisini sperano di entrare in territorio francese, ma vengono subito bloccati  dalla gendarmeria francese, tutto ciò rimarca un contrasto tra Parigi e Roma. 

Secondo le testimonianze di alcuni tassisti, i migranti pagano “fior di quattrini”  per poter entrare clandestinemente in Francia. Altri preferiscono arrischiarsi “sulla via della morte”, uno dei tragitti che un tempo veniva utilizzato dagli italiani per sfuggire al regime fascista. 

L’attrazione esercitata dalla Francia è forte per un gran numero di immigrati nordafricani, che sperano di unirsi agli altri membri della loro famiglia che vivono in questo paese. Del resto, la maggioranza di loro parla la lingua francese, e questo, facilita molto di più coloro che vogliono trovarsi un lavoro. 

Il governo italiano, tuttavia, non accetta che Parigi si svincoli dai problemi dell’immigrazione, che tocca l’Europa intera, lasciando che il problema resti, solo,  a carico dell’Italia: “Dirò al ministro Gueant, che i tunisini cui concederemo il permesso di soggiorno temporaneo hanno diritto a circolare. C’è un solo modo per impedirlo: che la Francia esca da Schengen o sospenda il trattato”. Ha puntualizzato il ministro dell’interno Roberto Maroni, in vista dell’incontro col suo omologo francese nella giornata di oggi.

La Francia dice di “non voler subire”  

La Francia contesta la decisione delle autorità italiane, di consegnare questi permessi di soggiorno provvisori alle migliaia di clandestini tunisini arrivati in Italia. 

“L’Italia ha un problema di cui concepisco che sia difficile da gestire ma ripeto, la Francia non intende subire un’immigrazione che ha soltanto un carattere economico”, ha sottolineato il ministro Gueant.

Loading...