In arrivo la nuova Social card

12 novembre 2012 13:010 commentiDi:

La crisi che avanza, la povertà che cresce con i dati ISTAT di recente pubblicazione che lo dimostrano e lo studio Ocse che dice che l’Italia crescerà poco nel prossimi anni. In una situazione sempre più problematica per l’Italia, il governo rispolvera la Social Card.
L’agevolazione per le fascie più povere del Paese era stata proposta nel 2008 dal Ministro Giulio Tremonti dell’allora governo Berlusconi. La nuova versione della Social Card si estende. Oltre a prendere in considerazione le 15 città italiane con più di 250 mila abitanti, si allarga alle regioni del Sud che presentano una situazione di povertà più alta come la Campania, la Puglia, la Calabria e la Sicilia. Anche i cittadini stranieri saranno inclusi nella lista di coloro che potranno avere la Social Card, ma con criteri specifici.
Come per la recedente versione della Social Card, anche ora la ricarica sarà di 80 euro ogni due mesi, finanziati da 180 milioni da sbloccare e inserire nella Legge di Stabilità. Sono in corso le valutazioni che potrebbero portare anche alla cifra di 200 milioni. Questi soldi si aggiungerebbero ai circa 900 milioni del fondo della Presidenza del Consiglio riservati per i due terzi al sociale.
Il Ministro Vittorio Grilli sta lavorando alla proposta che dovrebbe essere attiva dal 2013.
La Social Card sarà utilizzabile per spese alimentari, sanitarie e domestiche e rilasciata dai Comuni dopo avere analizzato i requisiti sulla base del Decreto legge 112/08. I moduli per la presentazione della domanda, con allegata la documentazione, si possono presentare presso gli uffici postali.

Tags:

Lascia una risposta