Incendio in Sardegna a San Teodoro, turisti evacuati

16 luglio 2012 08:360 commenti

Un incendio di origine dolosa divampato poco dopo le 11:00 di ieri mattina ha letteralmente devastato un enorme fetta di Gallura. Nel giro di pochi minuti, infatti, soprattutto per via del forte vento di maestrale che in quella zona soffia a circa 40 km orari, il rogo è diventato incontrollabile ed è proseguito fino a tarda sera.

Nel corso della giornata l’incendio ha divorato le campagne intorno a San Teodoro minacciando le abitazioni che si trovavano nelle vicinanze e spingendosi fino ai villaggi turistici e alle spiagge della zona, dove i turisti presenti alla vista delle fiamme sono fuggiti insieme agli abitanti del luogo, che sono stati fatti allontanare immediatamente.


Sebbene l’allarme sia scattato subito, l’intervento delle squadre del Corpo forestale e della Protezione civile non è bastato a bloccare immediatamente il fuoco. Sono intervenuti nel tentativo di fermare le fiamme quattro canadair e quattro velivoli regionali, mentre a terra operavano i Vigili del fuoco, gli uomini della Forestale e della Protezione civile.

Come se non bastasse, poco prima del tramonto le fiamme hanno raggiunto un’officina e provocato l’esplosione di una cisterna piena di sostanze infiammabili, che è saltata in aria all’improvviso causando il ferimento di quattro uomini della Protezione Civile. Tra questi figura il vicecomandante della polizia municipale di Olbia, ricoverato in condizioni molto critiche.

Sempre nel corso della giornata, incendi di origine dolosa hanno colpito anche Olbia e Golfo Aranci.






Tags:

Lascia una risposta