Intervista Armstrong confessione doping

18 gennaio 2013 12:410 commenti

Ecco l’intervista (testo e video) rilasciata dall’ex ciclista Lance Armstrong a Oprah Winfrey. Una lunga diretta in cui il campione confessa di essersi dopato e di aver vinto così ben 7 Tour de France. Ma le sue confessioni, come leggeremo nel corso dell’intervista correlata di video, riguardano anche la sua lotta contro il cancro e la vera natura del suo matrimonio.

L’intervista, momento clou di una lunga diretta, è stata registrata in un hotel di lusso di Austin, nel Texas, città in cui Armstrong risiede. Sono oltre tre ore di girato divise in due parti trasmesse stanotte e domani alla stessa ora.

► Lance Armstrong radiato a vita

EX COMPAGNI

Armstrong avrebbe levato ogni macchia dal comportamento sportivo dei suoi ex compagni di squadra, anche se ha parlato di doping “endemico”.

Le sue parole scatenano molte domande sulle reali dimensioni del fenomeno nel ciclismo. Ed è emblematico che, senza neanche attendere le due serate tv il Comitato olimpico internazionale, ha già deciso di giudicare l’ex campione americano, il quale dovrà restituire la medaglia di bronzo vinta nella prova su strada ai Giochi di Sydney 2000.

INIZIO INTERVISTA: CONFESSIONE ‘TARDIVA’

L’intervista inizia alle 3 di notte ore locali. Oprah domanda a bruciapelo ad Armstrong se ha fatto uso di Epo. La risposta è stata “Sì. Ho iniziato con il cortisone a inizio carriera, poi a metà anni novanta ho proseguito con l’Epo. E’ troppo tardi per la mia ammissione in base al parere della maggior parte della gente, ed è colpa mia. E’ una grossa bugia quella che ho ripetuto tante volte”.


LE BUGIE SULLA SUA STORIA PERFETTA

Armstrong rivela un importante corollario della sua favola falsa. Ammette di aver detto una grossa bufala anche per quanto riguarda la sua relazione matrimoniale: “Questa storia era così perfetta per così tanto tempo: ho battuto il cancro, ho vinto sette tour, con un matrimonio perfetto. Ma non era vero…”.

NON SI VINCE SENZA DOPING

Poi, è il momento di una triste verità: “Le colpe sono tutte mie. Sono abituato a controllare tutto nella mia vita. Ho perso il controllo quando tale situazione è diventata più grande di me. Vincere senza doping nella mia generazione era impossibile”.

COSA PRENDEVA ARMSTRONG PER DOPARSI?

“Il cocktail che assumevo era composto da Epo, trasfusioni e testosterone, ma nemmeno troppo“. Armstrong ha aggiunto che non aveva paura di essere beccato e di non aver mai costretto nessun gregario a doparsi.

GIUSTO DOPARSI

Dopo la vittoria del primo Tour de France Armstrong ha detto cose che oggi reputa ridicole. In quel periodo riteneva che doparsi non fosse sbagliato. Non gli sembrava di barare. Oggi pensa che questa ultima ammissione è terribile.






Tags:

Lascia una risposta