Invalidità perché cieca ma fa la parrucchiera

14 ottobre 2011 09:330 commenti

Oltre all’assegno d’invalidità percepiva anche l’indennità di accompagnamento, una donna alla quale la commissione sanitaria aveva riconosciuto la situazione di gravità a causa della sua “cecità”.

Tuttavia, la donna “non vedente” si recava al lavoro, con la sua bicicletta tutte le mattine. 


La finta cieca è titolare di un salone di parrucchiera a Lugo di Romagna (Ravenna) e il suo tragitto: casa-lavoro lavoro-casa è stato video registrato dalla Guardia di Finanza che la stava tenendo “d’occhio”. 

Nei filmati si vede la donna, 62 anni originaria della provincia di Cosenza, girare per le vie di Lugo, leggere il giornale e attraversare la strada facendo molta attenzione al semaforo.

Alla finta invalida è stato subito sospeso l’assegno d’invalidità con relativa indennità di accompagnamento ed è stata denunciata per truffa aggravata nei confronti dello Stato.

Ultimo aggiornamento 14 ottobre 2011 ore 11,35

 






Tags:

Lascia una risposta