Italiana uccisa a New York polizia segue identikit

26 novembre 2011 20:110 commentiDi:

Sarebbe dovuta rientrare in Italia, a Spoltore (Pescara), la sua città natale, subito dopo le festività natalizie, così aveva promesso ai genitori Rita Morelli, 36 anni, ma è stata uccisa nel suo appartamento ad Harlem, New York, forse solo per poche centinaia di dollari.

Rita Morelli si era trasferita a New York per realizzare il suo “sogno americano”, laurearsi al prestigioso Hunter College.

Due coltellate al petto è così che è stata uccisa Rita nel suo appartamento, dove mancavano pochi soldi e un computer, alla vigilia del giorno del Ringraziamento, mercoledì sera, (in Italia giovedì mattina).


Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto, la sera prima della sua morte, la ragazza che chiacchierava sotto la sua abitazione con un uomo che non era il fidanzato. Rita da qualche tempo faceva coppia fissa con un ragazzo messicano che lavora nello stesso ristorante in cui prestava servizio anche lei, per potersi mantenere gli studi, in uno dei più rinomati ristoranti italiani di Manhattan “il Buon Gusto”.

Ed è stato proprio lui, il fidanzato di Rita Morelli a trovare il corpo senza vita della ragazza. Una scena tremenda è apparsa agli occhi del giovane nel momento del suo rientro a casa intorno alle 22,15.

Gli inquirenti ora sono alla ricerca di un identikit. Il ragazzo messicano, interrogato a lungo, per il momento non è sospettato.

Ultimo aggiornamento 26 novembre 2011 ore 21,11






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta