Killer di Tolosa ucciso

22 marzo 2012 17:120 commenti

È finita. Mohamed Merah, il killer di Tolosa, è morto. L’uomo è stato ucciso dai poliziotti impegnati nel blitz davanti alla sua abitazione, dove si era asserragliato da oltre 32 ore. Merah è stato ucciso con un proiettile in testa dagli uomini del Raid, che lo hanno raggiunto con un proiettile alla testa. I particolari del blitz sono stati riferiti dal procuratore di Parigi, Francois Molins. Secondo quanto riportato dai testimoni, la scena è stata “impressionante”: Mohammed Merah si è lanciato dalla finestra del suo appartamento e ha continuato a sparare con la pistola con cui ha compiuto la strage nella scuola ebraica lo scorso lunedì.


Il blitz della polizia era scattato ieri sera, ma verso le 22.45 l’uomo ha interrotto ogni contatto con le teste di cuoio. Quando i reparti speciali sono entrati in casa, l’uomo era nascosto in bagno e ha cominciato a rispondere con “estrema violenza” come riferisce il ministro dell’Interno, Claude Gueant. Dopo l’irruzione Merah ha continuato a sparare furiosamente per poi gettarsi nel vuoto. L’uomo è stato trovato morto al suolo.

Solo ieri, il presidente Sarkozy aveva chiesto espressamente che l’uomo fosse catturato vivo.


KILLER DELLA TRAGE DI TOLOSA BRACCATO DALLA POLIZIA

Stessa esigenza sottolineata da Gueant “secondo cui la priorità era di consegnarlo vivo alla giustizia”. Dopo la conclusione della tragedia, le ripercussioni politiche sono state immediate: il ministro degli Esteri Alain Juppe ha accusato i due candidati alle presidenziali, il socialista Hollande e il centrista Bayrou, di aver strumentalizzato in modo ignobile la tragedia.






Tags:

Lascia una risposta