La madre di Carolina Payano chiede l’affidamento della nipote

13 settembre 2012 09:240 commenti

Genny Cecilia Ortiz Diaz, madre di Carolina Payano, la ventiduenne morta lunedì scorso insieme al compagno Massimiliano Spelta mentre passeggiavano in Via Muratori, ha chiesto che le venga affidata la sua nipotina, la figlia della coppia che al momento della tragedia era in braccio a sua madre ma che per fortuna è rimasta illesa.

La donna, nonna a soli 35 anni, da Santo Domingo ha lanciato l’appello nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, in cui ha raccontato che con sua figlia aveva un bellissimo rapporto ma nel corso delle settimane precedenti alla tragedia era molto preoccupata, motivo per il quale aveva più volte cercato di mettersi in contatto telefonico con lei senza però mai riuscire a parlarle.

Secondo il racconto della donna, Carolina non era contenta di vivere a Milano, era sempre chiusa in casa e non aveva amici, aveva voglia di tornare al suo paese. Lo scorso giugno la coppia aveva trascorso un periodo a Santo Domingo, 15 giorni in un hotel e 3 settimane a casa della donna, Carolina non voleva tornare in Italia ma Massimiliano riuscì a convincerla per via delle vaccinazioni a cui doveva essere sottoposta la bambina.

La donna descrive Massimiliano come una persona seria che aveva voluto conoscere la suocera. La donna ha spiegato che l’uomo è stato molto generoso nei confronti della famiglia di Carolina, che vive in condizioni economiche piuttosto disagiate, pertanto aveva più volte inviato loro somme di denaro. Avendo perso sua figlia, la donna chiede ora di poter crescere sua nipote, attualmente affidata alla sorella di Massimiliano.

 

Tags:

Lascia una risposta