La musica piange Little Tony

28 maggio 2013 17:140 commenti

587037_Little-Tony-021

Se ne è andato all’età di settantadue anni Little Tony. Il cantante, originario di Tivoli (provincia di Roma), era malato di tumore. Protagonista indiscusso della canzone italiana degli anni Sessanta, Little Tony era ricoverato da tre mesi presso Villa Margherita. Indimenticabili le sue hit: da “Cuore matto” a “24.000 baci”, da “Riderà” a “La spada nel cuore”.

I funerali si svolgeranno giovedì al Divino Amore. Ma niente camera ardente. La famiglia svolgerà solo una ‘cerimonia privata’.

La carriera


Little Tony ci lascia all’età di settantadue anni dopo una carriera gloriosa, iniziata da giovanissimo cantando nei ristoranti di Roma. Poi tanta gavetta nei locali e nelle sale da ballo, in un mondo che proprio come lui amava il rock ed Elvis Presley. A notarlo e ‘scoprirlo’ fu l’impresario inglese Jack Good. Costui convinse il giovane cantante e i suoi fratelli a stabilirsi in Gran Bretagna per un pò, iniziando ad appassionarsi al rock n roll.

Il primo vero successo, però, arriva durante il Festival di Sanremo del 1961. In quell’anno Little Tony e Adriano Celentano cantarono in coppia “24.000 baci”, conquistando tutti e avviando di fatto una nuova era musicale. Cinque anni dopo arriva “Riderà”, che vende un milione di copie. Il suo più grande successo, però, è “Cuore matto”, uscito nel 1967 e capace di renderlo celebre in tutto il mondo.






Tags:

Lascia una risposta