La politica costa 757 euro all’anno per contribuente

16 dicembre 2013 16:580 commentiDi:

politica

Quanto costa l’apparato politico italiano?

Sicuramente troppo: la Uil, nel suo terzo rapporto sui costi della politica, ha fatto i conti in tasca a questa immensa struttura e ha calcolato che il suo costo totale ogni anno è di 23,2 miliardi ogni anno, che si traduce in 757 euro all’anno prese dalle tasse pagate dei cittadini per soddisfare le esigenze di questa macchina.

In questi 23 miliardi circa sono comprese le spese dirette ed indirette per il funzionamento degli organi istituzionali, delle società pubbliche, delle consulenze e, purtroppo, i costi derivanti dal surplus di personale addetto nel sistema istituzionale.


Secondo la Uil i costi della politica sono così suddivisi: 6,1 miliardi di euro per il funzionamento dello Stato centrale e delle autonomie territoriali, 2,2 miliardi di euro per le consulenze, 2,6 miliardi per le società partecipate, 5,2 miliardi per auto blu, personale di fiducia-politico, direzione Asl, ecc, e 7,1 miliardi di euro ogni anno per la il personale in sovrabbondanza.

E sono proprio queste ultime sulle quali si dovrebbe intervenire secondo Luigi Angeletti, leader della Uil:

Si possono ridurre di almeno 7 miliardi senza compromettere il funzionamento della nostra democrazia. Ci sono 1,1 milioni di persone che vivono direttamente, o indirettamente di politica, ovvero il 5% del totale degli occupati del nostro Paese. Non ce lo possiamo più permettere abbiamo perso oltre 1 milione di posti di lavoro in questo Paese ma nemmeno un assessore. Si usino queste risorse per ridurre le tasse a lavoratori, pensionati e pmi virtuose.

 

 

 






Tags:

Lascia una risposta