Lele Mora resta in carcere

4 gennaio 2012 13:290 commenti

I giudici del Tribunale del riesame di Milano hanno deciso di negare gli arresti domiciliari a Lele Mora, l’ex agente dei vip che proprio questa settimana ha tentato il suicidio applicandosi dei cerotti su naso e bocca. Il talent scout si trova in carcere dal giugno scorso, quando è stato arrestato e portato ad Opera per il fallimento della società Lm Management patteggiando una pena di 4 anni e 3 mesi per bancarotta fraudolenta.

Mora nel corso di questo periodo di reclusione ha mostrato debolezza e uno stato di salute sempre più precario, infatti in sei mesi ha perso circa 3o chili e ora si muove soltanto con la sedia a rotelle. Tornando all’udienza di oggi non si conoscono ancora i motivi che hanno spinto i giudici a negare i domiciliari, ma si pensa che nel caso di un rilascio anticipato possa esserci pericolo di fuga.

Mora è accusato di aver sottratto 8,5 milioni di euro, aver portato i soldi in Svizzera, inquinato le prove e aver continuato la sua attività nonostante il fallimento della Lm Management e la Diana, un’altra società intestata all’agente dei vip. Mora, suo malgrado, è stato coinvolto in un’altra scottante inchiesta con il giornalista Emilio Fede e la consigliera regionale Nicole Minetti, infatti il trio è stato indagato per favoreggiamento della prostituzione e prostituzione minorile dopo lo scandalo che ha coinvolto l’ex Premier Silvio Berlusconi.

Tags:

Lascia una risposta