Home / News / L’Erba di Grace a Bergamo, producono maria per mangiare
Cannabis

L’Erba di Grace a Bergamo, producono maria per mangiare

Per cercare di sopravvivere in un’epoca in cui la crisi economica si è fatta davvero forte, una coppia di toscani, da tempo trapianti nel bergamasco, ha pensato di dedicarsi alla coltivazione e alla produzione di marijuana. Nessuna grande organizzazione alle spalle di M.R., un arzillo 75enne, e di B.S., la sua compagna 48enne di professione cartomante. I due, stando alle indagini della polizia che ha scoperto la particolare industria a seguito delle segnalazioni di un cittadino insospettito per il forte e tipico odore di erba proveniente presente in zona, sarebbero autodidatti. Nel corso della perquisizione, infatti, sono stati ritrovati manuali, cd e dvd aventi ad oggetto le regole da seguire per produrre un buon prodotto. Degli industriali perfetti quindi, se non fosse che la loro merce è completamente illegale per l’ordinamento giuridico italiano.

Se si va a guardare al quantitativo di merce sequestrata si può dire, senza ombra di dubbio, che l’arzillo vecchietto e l’ex cartomante, siano sicuramente riusciti a mettere in pratica quanto studiato sul particolare materiale di formazione e specializzazione a loro disposizione. Nel corso della perquisizione nelle campagne di Curno, infatti, sono state recuperate dagli uomini della squadra Mobile di Bergamo qualcosa come 205 piante di cannabis dell’altezza di oltre un metro e mezzo e con tanto di essiccatoio perfettamente equipaggiato annesso a cui si devono poi aggiungere anche altre 486 piantine di cannabis, appena germogliate e quindi pronto per la successiva fase del trapianto.

Quello che ha più stupito gli agenti intervenuti sul posto è stata l’estrema precisione e razionalizzazione con la quale i due coniugi fuori dalle righe seguivano la loro attività. Un contesto, quello che si sono trovati dinanzi i poliziotti intervenuti sul posto, molto simile alle scene del film L’erba di Grace che, non a caso, è stato poi scelto come nome per l’intera operazione. Ma le “colpe” dell’Erba di Grace non si fermano certamente a questo. Sia il simpatico vecchietto che quella che a tutti gli effetti è la compagna della sua vita (i due sono spostati da ben 32 anni) hanno infatti dichiarato che l’attività avviata per poter mangiare (così è stato detto in sede in interrogatorio) è stata proprio ispirata dall’Erba di Grace. Quindi tanto studio, conoscenza e tanta organizzazione.

Ma siccome si tratta di produttori autodidatti, quello che è mancato è stata la malizia dell’esperto. I due, infatti, hanno messo su tutta questa catena di produzione in quella che al catasto risulta essere come una loro proprietà.

Loading...