Letta rinnova i suoi impegni nella conferenza di fine anno

23 dicembre 2013 17:400 commentiDi:

enrico letta

Il riferimento non poteva che essere al nuovo segretario Matteo Renzi quando il premier Enrico Letta ha parlato della svolta dei quarantenni durante la conferenza stampa di fine anno. Una nuova generazione politica sta cambiando l’Italia, ha detto il premier, il 2013 sarà ricordato proprio per la svolta generazionale data alla Repubblica da questa nuova compagine politica.

Letta ha parlato anche della situazione italiana, affermando nuovamente che la ripresa ci sarà e sarà visibile già dal prossimo anno.

Durante la conferenza stampa il premier ha anche ribadito l’impegno preso per la riduzione delle tasse, sia quelle sul lavoro che sui singoli cittadini, parlando di nuove norme che verranno approvate dopo gennaio che renderanno il Fisco più amico dei cittadini e delle imprese.


Il 2014 sarà anche l’anno di una più stringente spending review e della lotta all’evasione, necessarie per trovare le risorse per abbattere il carico fiscale sui cittadini. Enrico Letta ha parlato anche della spinosa questione della stabilità, difendendo le sue posizioni, spesso aspramente criticate, cifre alla mano:

Il dividendo della stabilità vale 5 miliardi di euro. Lo dico perchè la stabilità è tema per cui sono spesso oggetto di critiche: la stabilità ha senso se porta dividendi: rispetto alle previsioni il peso sul debito che doveva essere di 89 miliardi euro è diventato di 83 miliardi.

Il discorso inizia e si conclude con Renzi: per Enrico Letta il sindaco di Firenze e neo segretario del partito non ha intenzione di fare elezioni subito e apre la strada al dialogo e alle riforme, quando queste vengono fatte con “un’apertura vera fuori dalla maggioranza che riguarda tutti i soggetti politici.”






Tags:

Lascia una risposta