Libere dopo dieci anni, la telefonata di Amanda – Audio

7 maggio 2013 15:390 commentiDi:

amanda-berry

Amanda ha 26 anni. Gli ultimi dieci li ha passati segregata in una casa dello stato americano dell’Ohio, insieme ad altre due ragazze, Gina e Michelle, più o meno della stessa età, e due bambini, un maschio e una femmina, molto probabilmente nati durante questi lunghi anni di prigionia.

Aiutatemi. Sono Amanda Berry. Sono stata rapita dieci anni fa, e ora sono libera.

Queste le parole che Amanda ha pronunciato non appena il centralino del 911 ha risposto alla sua chiamata. Amanda Berry ha tenuto duro lungo questi dieci anni aggrappandosi alla speranza che prima o poi il suo aguzzino facesse un passo falso e che per lei si presentasse, quindi, l’occasione giusta per fuggire e mettere fine a questo incubo.

La telefonata di Amanda Berry alla polizia

E alla fine ce l’ha fatta: Ariel Castro, l’uomo che teneva lei, scomparsa a 16 anni nel 2003, Gina DeJesus, scomparsa l’anno seguente a 14 anni, e Michelle Knight, scomparsa nel 2002, chiuse nella sua casa si è allontanato e lei ha approfittato della sua assenza per tentare la fuga.


Si è accorto di lei il vicino di casa, che per 10 anni non ha mai sospettato la presenza delle ragazze, che poi le ha fornito un primo riparo e un telefono per chiamare la polizia.

Ho bisogno della polizia, sono Amanda Berry. Sono stata rapita, sono scomparsa per 10 anni e sono qui, sono libera ora.

Le sue prime parole, ancora lucide, dettate dalla forza della disperazione. Poi la polizia le chiede ulteriori dettagli e lei prova a rispondere, ma è impaziente, vuole sapere quando arriveranno per mettere davvero la parola fine a quest’incubo.

Sono già sulla strada ora?, chiede.

Dall’altro capo del telefono rispondono: Manderemo qualcuno appena avremo una macchina.

Ma non è abbastanza per lei, che è stata segregata in una casa per 10 anni: No, ne ho bisogno adesso prima che lui torni.

Lui chi? chiede legittimamente l’agente, ma lei vuole certezze e sicurezze, non domande, per quello ci sarà tempo:

Non lo so come era vestito perché non è qui ora.

Poi, il lieto fine, con l’arresto di Castro e dei suoi due fratelli, molto probabilmente complici di questo drammatico rapimento.






Tags:

Lascia una risposta