Libia ribelli in piazza a Tripoli festeggiano la fine del regime

22 agosto 2011 06:300 commentiDi:

Se alcuni pro-Gheddafi resistono ancora nella capitale libica, i combattenti ribelli hanno raggiunto la piazza verde di Tripoli, simbolo del regime.  

7.15 – violenti combattimenti sono in corso intorno alla residenza di Gheddafi a Tripoli, secondo un giornalista dell’AFP sul luogo. Scontri anche nel sud della capitale. Verso le 6,30, intensi spari di Kalashnikov si sono sentiti  anche vicino all’hotel Rixos, dove alloggia la stampa internazionale. Secondo il portavoce dei ribelli, le forze leali a Gheddafi controllerebbero ancora il 15-20% della città. 

7.08 – Internet è stato riattivato nella notte a Tripoli, per la prima volta dall’inizio dell’insurrezione in Libia a metà febbraio. 

7.03 – Centinaia di libici si sono raccolti dinanzi alla Casa Bianca, a Washington, agitando le bandiere degli insorti e cantanto “La Libia è libera, grazie Sarkozy, thank you Obama”. 

7.00 – Gli Stati Uniti hanno intensificato in questi ultimi giorni la loro attività aerea intorno a Tripoli, cosa che ha contribuito ad aiutare i ribelli libici, annuncia il New York Times. L’aviazione americana ha condotto una sorveglianza permanente sopra e intorno le zone controllate dalle forze del rais. Nello stesso tempo, la Gran Bretagna, la Francia e altri paesi hanno spiegato al suolo forze speciali per contribuire all’addestramento e all’armamento dei ribelli, aggiunge il quotidiano. 


4.37 – Il presidente americano Barack Obama si appella affinchè il Colonnello lasci il potere per evitare un bagno di sangue. Si appella anche agli insorti di rispettare i diritti dell’Uomo e di seguire la direzione della democrazia. 

3.42 – Migliaia di abitanti di Bengasi hanno invaso le vie “della capitale” ribelle nell’est della Libia per celebrare la prossima fine del regime. 

2.17 – Mahmud Jibril, uno dei principali responsabili del Consiglio Nazionale di Transizione, l’organo politico della ribellione, ha chiesto ai combattenti ribelli di astenersi da qualsiasi vendetta contro i fedeli di Gheddafi: “Chiedo a tutti i miei fratelli libici di essere responsabili, gli occhi del mondo intero li osservano, siate democratici, non scegliete la vendetta”, sottolinea Jibril. 

1.07 – La NATO vede la fine del regime di Gheddafi, imminente. Il segretario generale dell’alleanza ha promesso l’aiuto della NATO alla ribellione per aiutare a ricostruire una Libia democratica. “I ribelli devono garantire che la transizione si farà nella calma, che il paese resti unito e che il futuro sia fondato sulla riconciliazione ed il rispetto dei diritti dell’uomo”. 

Articolo correlato: regime di Gheddafi sta crollando

Ultimo aggiornamento 22 agosto 2011 ore 08,30






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta