Libia taglia su Gheddafi 1.6 milioni di dollari

24 agosto 2011 19:390 commenti

Sulla testa di Gheddafi pende una taglia: i ribelli promettono 1,6 milioni di dollari a colui che porterà il rais libico, “vivo o morto”.

Una scena già vista e rivista, come quella di Sadam Hussein all’epoca della sua caduta, oggi anche Gheddafi resta introvabile.

Per Muammar Gheddafi, che questa notte, ha promesso attraverso un suo messaggio video di continuare a battersi, fino alla morte, dopo essere stato costretto ad abbandonare il suo quartier generale caduto nelle mani dei ribelli libici, ora la sua  testa è stata messa al bando.


Intanto i combattimenti continuano a Tripoli. E una grave notizia battuta poco fa da Ansa, ci informa che quattro nostri giornalisti connazionali sono stati rapiti dalle forze lealiste di Gheddafi, in Libia.

Si tratta di Elisabetta Rosaspina, Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera, Domenico Quirico de La Stampa e un altro inviato di Avvenire.

I quattro giornalisti rapiti si stavano recando in auto  da Zawiah a Tripoli, quando un gruppo di lealisti ha fermato la macchina nella quale viaggiavano, uccidendo l’autista, lo ha comunicato all’Ansa il presidente dell’ordine dei giornalisti del Lazio, Bruno Tucci.

I giornalisti italiani sono stati deportati in un appartamento e al giornalista dell’Avvenire è stato permesso di poter chiamare il giornale per avvertire del rapimento.

Ultimo aggiornamento 24  agosto 2011 ore 21,35






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta