Lo Stato acquista altre 400 auto blu

26 aprile 2012 15:340 commenti

Se l’Italia è in crisi economica e rischia la recessione il Ministero dell’Economia sembra non accorgersene troppo al punto tale che lo Stato vuole acquistare altre auto blu per la modica cifra di circa 10 milioni di euro.

Sembra infatti che il bando di gara sia già stato emesso lo scorso 24 gennaio e che è anche scaduto lo scorso 8 marzo il termine per le presentazioni. Una spesa folle che ha generato lo sdegno dei cittadini: in particolare il bando promuove l’acquisto di 400 nuove berline di media cilindrata.

In realtà la notizia era già trapelata lo scorso gennaio, ma è tornata di scottante attualità a causa di un’interrogazione parlamentare da parte dell’Idv Antonio Borghesi che chiedeva spiegazioni del famigerato bando al viceministro dell’Economia Vittorio Grilli.


DIMEZZATE LE AUTO BLU IN ITALIA

L’acquisto delle nuove auto fa pensare anche in considerazione del rapporto diffuso dal Centro Formez (Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle Pubblica amministrazione) secondo cui il parco auto blu della pubblica amministrazione conta almeno 60 mila vetture. Di queste, diecimila sono auto blu di alta fascia, per ministri e alti dirigenti e le restati 50 mila sono auto di servizio: il costo complessivo per il mantenimento delle auto ammonta a circa 2 miliardi di euro l’anno per i contribuenti. E di queste 60mila vetture, circa 800 (secondo il rapporto del Formez) restano regolarmente inutilizzate nei garage. Perché un nuovo acquisto allora?

Ultimo aggiornamento 26 aprile 2012, ore 16.30

In una nota diffusa, Palazzo Chigi rende noto che il governo non acquisterà nuove auto blu nel 2012, specificando che  il bando non determina automaticamente l’acquisto di nuove automobili.






Tags:

Lascia una risposta