Luce riflessa di Venere sulla Luna

11 maggio 2012 09:430 commenti

L’attenzione dei curiosi è tutta rivolta nella notte che va dal 5 al 6 giugno 2012 quando il pianeta Venere transiterà davanti al Sole. L’evento è memorabile e si ripeterà solo nel 2117, ma purtroppo si verificherà quando in Italia è notte e non sarà osservabile a occhio nudo.

In pratica il fenomeno andrà a coinvolgere Venere e Hubble, il satellite della Nasa che avrà la funzione di “specchio” per poter osservare e studiare l’atmosfera venusiana. Hubble non riesce a osservare direttamente il Sole perché la sua apparecchiatura verrebbe definitivamente danneggiata, ma nel momento in cui Venere passerà davanti al Sole riuscirà a studiare la composizione del pianeta analizzandone la composizione dell’atmosfera.

In realtà gli astronomi conoscono già quasi con esattezza la composizione dell’atmosfera di Venere (gas velenosi), ma in pratica lo studio del riflesso dell’atmosfera del pianeta sarà una sorta di prova del nove per capire se potrà essere una tecnica affidabile anche per studi futuri. In particolare si pensa di utilizzare la tecnica per lo studio degli esopianeti molto simili alla Terra per dimensioni e massa: la loro atmosfera potrebbe essere studiata attraverso il riflesso sulla stella di riferimento cui invia segnali luminosi.

LUCE DA UN PIANETA ALIENO

Per osservare la superficie lunare Hubble utilizzerà l’Advanced Camera for Surveys, la Wide Field Camera 3 e lo Space Telescope Imaging Spectrograph che gli consentiranno di poter registrare il passaggio delle lunghezze d’onda dall’ultravioletto al vicino infrarosso. Sarà la spettroscopia a rilevare le informazioni sull’atmosfera di Venere andando a filtrare una minima parte del riflesso sulla Luna.

E per poter osservare correttamente l’atmosfera venusiana, Hubble rimarrà focalizzato per sette ore, la durata dell’evento, su una specifica parte di superficie lunare.

Tags:

Lascia una risposta