L’ultimatum per Schettino lo detta la Cemortan

30 settembre 2014 09:400 commenti

Domnica Cemortan è la ballerina moldava che stava con il comandante Schettino quando la Costa Concordia fece lo sconsiderato inchino al Giglio. La ballerina adesso chiede al comandante di raccontare tutti prima che lo faccia lei.

Costa Concordia relitto

É una minaccia, cos’altro sarebbe? Domnica Cemortan ha detto a Schettino: “Ti do sei giorni per dire la verità su quello che è successo immediatamente dopo aver dato l’annuncio di abbandono della nave. Solo sei giorni.” Un ultimatum perentorio che incuriosisce tutti, nonostante sia lanciato da Facebook. A dare l’opportunità di parlare alla balleria che pare fosse in plancia con il comandante al momento del naufragio, è il sito di Oggi.it

Secondo la Cemortan Schettino avrebbe omesso una parte importante del racconto e invece, in questo momento particolare di difficoltà anche per il comandante De Falco, è necessario dire tutta la verità. Oggi dovrebbe essere l’ultimo giorno per Schettino e non sembra ci siano novità a riguardo. La Cemortan, allora, ha già pronta l’intervista al settimanale.


> La telefonata di De Falco fu tutta costruita

Sembra che Schettino dopo aver dato l’annuncio di abbandono della nave, chiese soltanto alla ballerina e al maitre Ciro Onorato, di seguirlo sul ponte 11 della Concordia per controllare il lato a dritta della nave. La domanda che tutti si pongono è perché abbia fatto salire loro e non altri ufficiali e sottufficiali. Né il maitre né la ballerina potevano conoscere gli elementi di navigazione.

Una verità nascosta? Non secondo il procuratore di Grosseto Francesco Verusio che ribadisce di conoscere esattamente tutti i movimenti di Schettino quella sera, dall’impatto della nave al suo abbandono della Concordia. I giudici, peraltro, non avevano nemmeno messo in programma di ascoltare la ballerina.






Tags:

Lascia una risposta