Macabra scoperta a Zurigo

urne cinerarie

A Küsnacht, vicino a Zurigo, sono state ritrovate sul fondo del lago decine di urne funerarie contenenti ceneri umane.

La macabra scoperta è stata fatta casualmente da alcuni sommozzatori del centro di salvataggio della città. 

Secondo la polizia elvetica i recipienti dovrebbero essere addirittura 300, le autorità di Zurigo, stanno indagando sull’insoltito ritrovamento. 

Il sospetto è  caduto sulla clinica Dignitas, dove vengono praticate le morti assistite sui malati terminali e dove centinaia di persone di nazionalità diverse, avrebbero posto fine alla loro vita. 

Una ex dipendente della clinica privata ha raccontato particolari inquietanti: “Il fondatore di Dignitas mi ha sempre detto che si sarebbero dissolte nell’acqua, che erano urne di argilla. La ragione di questo comportamento è economica: perché è molto costoso inviare queste urne all’estero e lui voleva risparmiare”. 

Già nel 2008, la polizia svizzera, aveva colto in flagrante, alcuni dipendenti della Dignitas, mentre riversavano nelle acque del lago di Zurigo le ceneri. 

A seguito di ciò, venne stabilito dalle autorità, che la dispersione di resti umani nel lago è passibile di un’ammenda di circa 30mila euro. 

Un funzionario del servizio Awel, società che si occupa del monitoraggio ambientale  in Svizzera ha sottolineato “Questa forma di sepoltura è inammissibile, il Lago di Zurigo è il nostro serbatoio di acqua potabile e centinaia di persone praticano la balneazione. Pertanto non può essere tollerato un comportamento simile”. 

La società Awel ha quindi presentato una denuncia.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *