Home / News / Mandela talismano del Sud Africa in lutto

Mandela talismano del Sud Africa in lutto

NelsonMandela Afrique du sudLa vuvuzela, una parola che è entrata nel lessico globale, non ha avuto l’effetto desiderato. Un sudafricano dopo l’altro prima della partita disse: i messicani non potranno resistere alla forza del nostro vuvuzela (tromba di plastica rudimentale) nelle mani di quasi tutti i tifosi del City Soccer, che emette un suono posseduto.

L’allenatore del Sud Africa, il brasiliano Carlos Alberto Parreira, aveva chiesto prima della partita che i tifosi soffiassero tutti insieme il loro strumento, anche lui convinto del suo suono magico.

Ma un altro grave evento ha giocato contro il Sud Africa. Durante gli euforici festeggiamenti che hanno avuto luogo nelle strade di Johannesburg, per dare il via alla prima partita dei mondiali 2010, la tragica sfortuna è ricaduta su Nelson Mandela, talismano di tutte le squadre del Sud Africa di tutti gli sport.

Il “Mandela Magic” [la magia di Mandela] era stato assegnato alle vittorie del Sudafrica nei due principali tornei internazionali: la Rugby World Cup 1995 e la Coppa d’Africa 1996. L’ex presidente sudafricano era stato presente per la prima e l’ultima partita.

Ma questa volta no. La notizia della morte avvenuta in un incidente stradale, proprio la notte prima dell’inizio dei mondiali, di una pro-nipote di Nelson Mandela, 13 anni, ha sconvolto i cittadini sudafricani.

Mandela, che si è sempre sentito in colpa per non essere stato in grado di soddisfare le esigenze della famiglia, a causa dei suoi interminabili 27 anni di carcere, ama i suoi nipoti e pronipoti, sono “la luce e la gioia della sua vita”.

Appena diffusa la notizia del tragico destino, Mandela è entrato in uno stato di grande sofferenza, insieme alla sua gente che gli è sempre stata molto vicino.

La squadra del Sud Africa scesa ieri in campo, era piuttosto nervosa e priva di fiducia. La partita Sud Africa – Messico,  si è conclusa col pareggio 1-1.