Manovra economica anti-crisi: colpiti i soliti noti

7 dicembre 2011 08:360 commentiDi:
Il Governo, presieduto dal Professore Mario Monti, ha varato la nuova Manovra economica ma, come paventato da varie testate (in particolare Il Fatto Quotidiano) e da alcuni esponenti politici (in particolare l’on. Antonio Di Pietro, leader dell’Italia dei Valori), la tanto sospirata equità sociale non si è per niente concretizzata. Infatti, dal pacchetto anti-crisi ad essere colpiti da vere e proprie stangate sono i pensionati ed in generale le fasce più deboli dei contribuenti italiani.

Novità assoluta del decreto dell’Esecutivo è l’introduzione dell’IMU (in sostituzione della vecchia ICI), ovvero la tassazione sulla prima casa, frettolosamente abolita dal precedente Governo Berlusconi. Altri incrementi di tasse sono stati introdotti sulle pensioni ed in più si è avuto un sostanziale aumento della benzina da 8,2 a 11,2 centesimi di euro a litro. La nuova (ed ennesima) Manovra economica dunque colpisce con la propria scure i soliti noti, mentre si è agito poco o nulla per ciò che concerne la vertiginosa evasione fiscale, vero dramma per l’economia italiana.


TESTO DEFINITIVO DEL DECRETO SALVA ITALIA

Ovviamente il Testo varato dal Governo deve seguire l’iter giuridico dell’approvazione da parte del Parlamento con la conseguente conversione in legge entro i canonici 60 giorni. Non solo la Lega del senatur Umberto Bossi , ma anche altri partiti stanno storcendo il naso contro la mancanza di giustizia ed equità del decreto, in particolare l’Italia dei Valori, sempre più decisa a non confermare la fiducia al Presidente del Consiglio Monti e dunque sempre più intenzionata ad andare verso le consultazioni elettorali in primavera.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta