Manovra, marcia indietro su pensioni

31 agosto 2011 11:200 commentiDi:

Non è ancora detta l’ultima parola sulla manovra, perciò tutto e tutti sono ancora in gioco.  

Ieri, dopo il vertice che si è tenuto a Villa San Martino di Arcore, era stata prevista una nuova norma, pronta a garantire un aiuto per abbassare il debito pubblico, che escludeva dal computo del raggiungimento dell’età pensionistica il riscatto degli anni di laurea e del servizio militare. 


Ma è di pochi minuti fa la notizia che tutti i provvedimenti sulle pensioni sono saltati. La decisione sarebbe stata presa a seguito del vertice al ministero dell’Economia con i ministri per la Semplificazione, Roberto Calderoni e del Welfare, Maurizio Sacconi. In dubbio la costituzionalità del provvedimento.
.
Ora è necessario rielaborare il testo del dl finanziario, ma soprattutto occorrerà trovare il nuovo fabbisogno per garantire “i saldi della manovra”.

La perdita del gettito di circa 1,5 miliardi (500 milioni nel 2013 e 1 miliardo nel 2014) derivante dalla mancata adozione della norma sulle pensioni, da quanto si apprende verrà compensata dalla stretta sull’evasione fiscale. Attraverso un inasprimento delle norme ed un rafforzamento dei poteri dei Comuni in merito. 

Articolo correlato: Manovra tagli sulle pensioni pronta una mobilitazione

 

Ultimo aggiornamento 31 agosto 2011 ore 12,20






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta