Home / News / Maxi tamponamento sull’A26, grave bilancio: 1 morto, 29 feriti, oltre 40 i mezzi coinvolti

Maxi tamponamento sull’A26, grave bilancio: 1 morto, 29 feriti, oltre 40 i mezzi coinvolti

Ennesimo incidente si è verificato nella giornata di ieri su un’ autostrada ligure poco dopo le ore 10:00. L’A26 è stata chiusa nel tratto tra Ovada e il bivio con la A10 in direzione sud per via di un incidente che ha visto coinvolti due mezzi pesanti e ha provocato un maxi tamponamento dove purtroppo sono rimaste coinvolte quasi 20 auto. Il bilancio Purtroppo è molto grave perché si parla di un morto e 29 feriti di cui due in condizioni disperate. È questo il bilancio aggiornato a ieri sera di Autostrade per l’Italia riguardo il maxi incidente che è avvenuto nella mattinata di ieri. La società ha fatto sapere che sono proseguite per tutta la giornata le operazioni di soccorso all’interno del tratto chiuso tra il bivio con la diramazione Predosa-bettole e il bivio con la A10 in direzione sud. Purtroppo nell’incidente che avvenuto intorno alle 10:30 all’interno della Galleria Monacchi sono rimaste coinvolte circa 20 auto e due mezzi pesanti con presenza di gasolio Riservato sul piano viabile.

Immediati i soccorsi e nello specifico sono intervenuti i vigili del fuoco di Genova intervenuti sul posto con numerose squadre provenienti da Multedo e dalla sede centrale oltre che da Ovada. Tra i feriti sono stati trasportati in 5 ospedali, ci sarebbero due bambini. Due feriti sono stati trasferiti a Novi Ligure in provincia di Alessandria e negli altri ospedali di Genova, mentre 5 sono stati ricoverati a Voltri, 4 al Villa Scassi di Sampierdarena e quattro al Galliera, due al mattino e due pediatrico Gaslini. Tra le auto in coda Viera che Miss Italia Rachele Arlanch la quale ha raccontato l’esperienza dichiarando: “Avremmo potuto essere coinvolti nell’incidente anche noi se non fosse stato per un amico che non ha sentito la sveglia e ci ha fatto ritardare la partenza! Per pochi minuti siamo scampati alla tragedia.

La giovane donna stava raggiungendo Genova da San Vincenzo in Valle d’Aosta dove nella serata di venerdì si è tenuta l’elezione della prima Miss dell’anno. “Viaggiavo in compagnia di alcuni membri dello staff di Miss Italia – spiega – quando, all’altezza di Masone, ci siamo trovati di fronte un muro di auto incolonnate. Dopo appena dieci minuti, sono cominciati ad arrivare i soccorsi: polizia, vigili del fuoco, ambulanze. Abbiamo intuito fosse successo qualcosa di grave...”.

La vittima dell’incidente invece avrebbe compiuto 20 anni tra poche ore e si trovava a bordo di una Ford Fiesta di colore bianco insieme ad altre 2 persone che sono rimaste ferite in modo piuttosto grave. A morire è stato Josué Emanuele Martinez Mencu, quasi ventenne nato Legnano e residenti a Cerro Maggiore in provincia di Milano. Al momento è difficile dire con certezza che cosa abbia causato l’incidente ma fra le ipotesi prese in considerazione c’è quella di una perdita di gasolio da uno dei serbatoi di uno dei camion.

Loading...