Missionarie in Burundi, massacrate e una anche decapitata

9 settembre 2014 10:020 commenti

Sono tre le missionarie ammazzate in Burundi dove la polizia locale ipotizza che il movente degli omicidi sia la rapina anche se dal convento non è stato portato via alcun oggetto.

download (13)

Quella che si è consumata in Burundi è una strage: sono state ammazzate tre suore saveriane: Olga Raschietti di 83 anni, Lucia Pulici di 75 anni e Bernadetta Boggian di 79 anni. I corpi delle prime due donne sono stati ritrovati domenica pomeriggio e a rinvenire i cadaveri era stata proprio la Boggian. Probabilmente il ritrovamento delle consorelle deve aver dato fastidio a qualcuno che si è accanito anche sulla terza suora il cui corpo è stato rinvenuto lunedì sera.

> Il messaggio dei Papa Francesco ai missionari?


A raccontare che Bernadette Boggian aveva trovato i corpi delle consorelle era stato padre Mario Pulcini, superiore dei missionari saveriani in Burundi. Secondo il direttore della polizia locale le tre suore, prima di essere sgozzate erano state violentate ma l’ordine religioso non ha confermato questa versione. Secondo la polizia l’assassino avrebbe sgozzato le suore e poi si sarebbe accanito su una di loro colpendola con le pietre. La polizia ha dichiarato inoltre di aver fermato due persone.

> Quanti sono i missionari uccisi nel mondo?

Il Papa ha detto di essere profondamente colpito dalla strage in Burundi e auspica che il sangue versato sia utile per costruire un clima di serenità tra i popoli. Ha espresso il suo cordoglio anche Napolitano con un messaggio inviato al segretario di Stato della Santa Sede Pietro Parolin e alle altre autorità ecclesiastiche. Le tre suore erano in missione da sette anni e queste uccisioni sono un fulmine a ciel sereno.






Tags:

Lascia una risposta